Borse europee sui livelli precedenti

(Teleborsa) – Seduta invariata per Piazza Affari e per le altre principali Borse europee, dopo il finale piatto di Wall Street e Tokyo.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile su 1,112. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.504,1 dollari l’oncia. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,46%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +131 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,92%.

Tra i mercati del Vecchio Continente andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a -0,18%, debole Londra, che registra una flessione dello 0,40%, poco mossa Parigi, che mostra un -0,08%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 22.525 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 24.505 punti. Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,21%); consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,02%).

In luce sul listino milanese i comparti beni per la casa (+4,41%), alimentare (+0,98%) e vendite al dettaglio (+0,79%).

Nel listino, i settori petrolio (-0,76%) e assicurativo (-0,56%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, effervescente Moncler, con un progresso dell’8% dopo la crescita a doppia cifra nei primi nove mesi.

Buona performance per Ferragamo, che avanza dell’1,20%.

Giornata moderatamente positiva per Campari, che sale di un frazionale +1%.

Seduta senza slancio per Pirelli, che riflette un moderato aumento dello 0,92%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Unipol, che ottiene -1,13%.

In rosso ENI, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,09% dopo i conti giudicati solidi dall’AD Descalzi. Il cane a sei zampe ha poi annunciato la scoperta di nuove Risorse nel Golfo di Suez, nell’offshore dell’Egitto.

Spicca la prestazione negativa di Amplifon, che scende dell’1,03%.

Si muove sotto la parità Fineco, evidenziando un decremento dello 0,88%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+4,50%), Maire Tecnimont (+2,21%), Sesa (+1,88%) e Danieli (+1,77%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Tinexta, che continua la seduta con -1,50%.

FILA scende dell’1,31%.

Calo deciso per Interpump, che segna un -1,09%.

Sotto pressione Aeroporto di Bologna, con un forte ribasso dell’1,03%.

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee sui livelli precedenti