Borse europee sui livelli della vigilia

(Teleborsa) – Prevale la cautela a Piazza Affari e sulle altre borse europee, a causa di una serie di dati contrastanti giunti dall’economia europea e dal clima festivo visto che siamo nel pieno delle vacanze estive.  

Doccia fredda dal dato sul PIL dell’Italia, peggiore delle attese, giunto dopo i segnali sconfortanti arrivati dall’economia cinese e quelli migliori offerti dal PIL della Germania. 

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,37%. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.352,8 dollari l’oncia. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo del 2,14%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 116 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,05%.

Tra gli indici di Eurolandia, tentenna Francoforte, con un modesto ribasso dello 0,27%, nulla di fatto per Londra, incolore Parigi, che non registra variazioni significative rispetto alla seduta precedente.

Piazza Affari archivia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,17% sul FTSE MIB; rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 18.660 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,01%), come il FTSE Italia Star (0,0%).

A Piazza Affari il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,45 miliardi di euro, in calo del 4,43%, rispetto ai 1,52 miliardi della vigilia; per quanto concerne i volumi, questi si sono attestati a 0,6 miliardi di azioni, rispetto ai 0,69 miliardi precedenti.

A fronte dei 215 titoli trattati sulla piazza milanese, 90 azioni hanno chiuso in calo, mentre 105 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 20 azioni del listino italiano.

In luce sul listino milanese i comparti Costruzioni (+1,05%), Materie prime (+0,88%) e Vendite al dettaglio (+0,83%). Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Sanitario (-1,94%), immobiliare (-0,50%) e Assicurativi (-0,45%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Buzzi Unicem (+2,30%), YOOX NET-A-PORTER (+1,89%), Atlantia (+1,79%) e Saipem (+1,61%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Recordati, che ha archiviato la seduta con un -2,73%. Sotto pressione Banca Popolare dell’Emilia Romagna, con un forte ribasso dell’1,40%. Soffre Unipol, che evidenzia una perdita dell’1,38%. Discesa modesta per Generali Assicurazioni, che cede un piccolo -0,66%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Datalogic (+3,75%), Banca Carige (+3,39%), Tod’s (+2,55%) e IMA (+2,30%) quest’ultima grazie all’ottima semestrale. Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Diasorin, che ha chiuso con un -2,26%.

Borse europee sui livelli della vigilia