Borse europee sostanzialmente invariate

(Teleborsa) – Seduta invariata per Piazza Affari, mentre si muovono in calo le principali Borse europee. Gli investitori sono cauti in vista degli eventi oltreoceano dei prossimi due giorni: da un lato continua la stagione delle trimestrali (soprattutto con i colossi tech) e dall’altro c’è il meeting del Federal Open Market Committee della Federal Reserve.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,208. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.781 dollari l’oncia. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 62,32 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +107 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,82%.

Nello scenario borsistico europeo tentenna Francoforte, che cede lo 0,30%, sostanzialmente debole Londra, che registra una flessione dello 0,23%, e ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,19% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 26.791 punti.

Consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,07%); con analoga direzione, sulla parità il FTSE Italia Star (+0,19%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, bilancio decisamente positivo per Prysmian, che vanta un progresso dell’1,03%.

Sostanzialmente tonico Nexi, che registra una plusvalenza dello 0,85%.

Guadagno moderato per Ferrari, che avanza dello 0,75%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su DiaSorin, che continua la seduta con -4,59%.

Sotto pressione Saipem, che accusa un calo del 2,03%.

Scivola Pirelli, con un netto svantaggio dell’1,99%.

In rosso Leonardo, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,50%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Cofide (+2,90%), Zignago Vetro (+2,70%), Banca Popolare di Sondrio (+2,61%) e Sanlorenzo (+2,59%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Tod’s, che continua la seduta con -4,26%.

Affonda Danieli, con un ribasso del 2,38%.

Spicca la prestazione negativa di ERG, che scende dell’1,83%.

Esprinet scende dell’1,74%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee sostanzialmente invariate