Borse europee sopra i minimi. Milano corre con auto, oil e lusso

(Teleborsa) – Migliora il sentiment delle principali Borse europee dopo un avvio in forte calo, in linea con l’andamento negativo dei maggiori listini asiatici.

Piazza Affari ha invertito rotta portandosi sulla parità grazie ai massicci acquisti su alcune blue-chip, mentre gli altri listini del Vecchio Continente hanno ridotto le perdite.

A dare input il recupero del petrolio e, soprattutto, l’inatteso calo dei prezzi al consumo in Eurozona che ha aumentato le aspettative per nuovi stimoli all’economia da parte della Banca Centrale Europea in occasione del meeting del prossimo 10 marzo.

Restano sullo sfondo la delusione per l’esito del G20, giudicato poco incisivo in termini di misure per rilanciare la debole crescita economica, ma anche i rinnovati timori per un nuovo rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti alla luce del PIL migliore delle attese. 

L’attenzione so sposta ora oltreoceano, dove è atteso un avvio poco mosso per Wall Street in una settimana molto importante per gli investitori. Mercoledì sera sarà pubblicato il Beige Book, ossia una panoramica sullo stato di salute dei 12 Distretti in cui opera la Federal Reserve, mentre venerdì saranno rilasciate le statistiche sul mercato del lavoro, altro indicatore fondamentale per tentare di prevedere le prossime mosse della Fed.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA cede lo 0,45%, con il biglietto verde che consolida i guadagni registrati venerdì pomeriggio in concomitanza con la release del PIL americano.

Tra le commodities, seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.230,1 dollari l’oncia, mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) si attesta a 32,75 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 134 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,45%.

Tra le principali Borse europee, Francoforte conserva un calo dell’1,12% mentre Londra e Parigi riducono le perdite rispettivamente ad un -0,34% e -0,24%. 

Piazza Affari mostra sul FTSE MIB una risalita dello 0,19%. Tra le migliori blue-chip in evidenza Saipem con un +4,97% sostenuto dal via libera ad un finanziamento e dalla promozione di HSBC. Da rilevare anche la buona performance di Eni, pure oggetto di una promozione.

In primo piano YOOX NET-A-PORTER, dopo un articolo de Il Sole 24 Ore nel quale si riporta che la società ha confermato i target sulle sinergie generate dal matrimonio tra Yoox e Net-A-Porter. 

Decolla Fiat Chrysler Automobiles nel giorno di inizio della produzione del nuovo suv Maserati. Il titolo beneficia anche di rinnovati rumors sul possibili fusioni e acquisizioni.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca Mps, che continua ad essere indicata come la big bank italiana più vulnerabile a causa dell’elevata mole di crediti deteriorati.

Sessione negativa anche per Anima Holding, Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Unipol.

Borse europee sopra i minimi. Milano corre con auto, oil e lusso