Borse europee senza direzione. Piazza Affari sopra la parità

(Teleborsa) – Prevale la cautela ad inizio seduta sui principali listini europei, che mostrano variazioni in linea con la parità. In mattinata,i mercati asiatici hanno chiuso in rosso sui timori di un’inasprimento della guerra commerciale tra USA e Cina.  Chiusa la borsa americana. Negli Stati Uniti, infatti, oggi si festeggia il Labor Day, e Wall Street riaprirà i battenti domani 4 settembre.

Gli occhi degli investitori sono puntati sull’Italia, dopo che venerdì 31 agosto, a mercati chiusi,l’agenzia statunitense Fitch ha inviato il ratingsul nostro Paese lasciandolo invariato a “BBB”, ma abbassando l’outlook da stabile a negativo. Dunque un giudizio a metà, in attesa di risposte concrete da parte del nuovo governo. Gli investitori rimangono cauti e Piazza Affari avvia le contrattazioni viaggiando su livelli superiori alla parità.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,159. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.199,5 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 69,74 dollari per barile.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 286 punti base, con un lieve calo di 3 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,20%.

Nello scenario borsistico europeo contrazione moderata per Francoforte, che soffre un calo dello 0,21%, si muove in modesto rialzo Londra, evidenziando un incremento dello 0,40%, e ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto.

Variazione positiva per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 20.261 punti (+0,34%); sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 22.479 punti (+0,33%). Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,15%), come il FTSE Italia Star (0,1%).

In buona evidenza a Milano il comparto costruzioni, con un +0,53% sul precedente. Il settore beni per la casa, con il suo -0,49%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ben comprata UBI Banca, che segna un forte rialzo dell’2,74%.

Bilancio positivo per Fiat Chrysler, che vanta un progresso dello 1,12%.

Sostanzialmente tonico Mediobanca, che registra una plusvalenza dello 1,57%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Pirelli, che ottiene -1,64%.

Sottotono Luxottica che mostra una limatura dello 0,67%.

Dimessa Moncler, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Fincantieri (+4,47%), Maire Tecnimont (+4,30%), Amplifon (+3,29%) e Salini Impregilo (+1,53%). In forte ribasso, invece, ASTM, che continua la seduta con -1,71%.

Sotto pressione Technogym, con un forte ribasso dell’1,57%.

Soffre Aeroporto di Bologna, che evidenzia una perdita dell’1,35%.

Juventus è invece il titolo peggiore, con un decremento del 2,45%.

Borse europee senza direzione. Piazza Affari sopra la parità