Borse europee riflessive

(Teleborsa) – I mercati del Vecchio Continente si mostrano cauti nell’ultima seduta della settimana, nonostante i dati positivi sul mercato del lavoro americano e l’ottimismo per un accordo commerciale a breve tra USA e Cina. Si muove in modesto rialzo la borsa di Wall Street con lo S&P-500, che evidenzia un incremento dello 0,35%.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,122. L’Oro è poco mosso e scambia a 1.291,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) avanza a 62,7 dollari per barile.

Lieve calo dello spread, che scende a +247 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,48%.

Nello scenario borsistico europeo piatta Francoforte (+0,18%) mentre Londra che riflette un moderato aumento dello 0,61%, nel giorno in cui Theresa May ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio Ue per proporre un rinvio dell’uscita dall’Unione fino al 30 giugno. Bene Parigi ucon n progresso dello 0,23%.

Piazza Affari archivia la giornata con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,24%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 23.829 punti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,3%), come il FTSE Italia Star (0,3%).

Dai dati di chiusura di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 1,95 miliardi di euro, in ribasso (-7,06%), rispetto ai precedenti 2,1 miliardi; mentre i contratti si sono attestati a 221.237, rispetto ai precedenti 228.495, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,9 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,73 miliardi.

Tra i 221 titoli trattati, 94 hanno chiuso in flessione, mentre 108 azioni hanno terminato la seduta di oggi in progresso. Stabili le restanti 19 azioni.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti materie prime (+2,98%), tecnologia (+2,47%) e viaggi e intrattenimento (+1,48%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, effervescente Tenaris, con un progresso del 3,01%.

Incandescente STMicroelectronics, che vanta un incisivo incremento del 2,91%.

In primo piano Saipem, che mostra un forte aumento del 2,87%, promossa dagli analisti e forte dell’annuncio di due nuovi contratti in Norvegia e Medio Oriente da oltre 200 milioni di dollari.

Decolla Juventus, con un importante progresso del 2,40%.

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su A2A, che ha archiviato la seduta a -1,72%.

Tentenna Unicredit, che cede lo 0,69%.

Sostanzialmente debole Amplifon, che registra una flessione dello 0,63%.

Si muove sotto la parità UBI Banca, evidenziando un decremento dello 0,60%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Salini Impregilo (+9,69%) che festeggia la maxi commessa in Australia, Mondadori (+3,20%), Banca Farmafactoring (+2,81%) e Biesse (+2,80%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Cairo Communication, che ha chiuso a -3,24%.

Preda dei venditori Tinexta, con un decremento dell’1,87%.

Si concentrano le vendite su Banca Popolare di Sondrio, che soffre un calo dell’1,55%.

Vendite su Mutuionline, che registra un ribasso dell’1,48%.

Borse europee riflessive