Borse europee positive. Rinvio Brexit non muove mercati

(Teleborsa) – Finale positivo per le borse del Vecchio Continente dopo che l’Unione europea ha accettato la richiesta di Londra di un rinvio della Brexit fino al 31 gennaio 2020, con la possibilità di uscire anche prima, se il Parlamento britannico ratificherà l’accordo sul divorzio.

L’attenzione degli investitori è concentrata anche sulle banche centrali: in settimana ci saranno le riunioni di Federal Reserve e Banca del Giappone.

Sul mercato Forex, nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,11. Perde terreno l’oro, che scambia a 1.491,8 dollari l’oncia, ritracciando dello 0,83%. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 55,83 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +133 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,00%.

Tra le principali Borse europee Francoforte, mostra un progresso dello 0,37%. Senza slancio Londra, che negozia con un +0,09%. Stabile Parigi +0,15%. Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,38% a 22.696 punti.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori tecnologia (+1,95%), materie prime (+1,51%) e automotive (+1,19%).

Il settore telecomunicazioni, con il suo -0,47%, si attesta come peggiore del mercato.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Pirelli (+4,19%), Ferragamo (+4,18%), Fineco (+2,41%) e STMicroelectronics (+2,23%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Moncler, che prosegue le contrattazioni a -1,85%.

Tentenna ENI, che cede lo 0,73%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+6,95%), Brunello Cucinelli (+3,90%), Falck Renewables (+3,58%) e OVS (+2,67%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Cattolica Assicurazioni, che continua la seduta con -2,50%.

Scivola Inwit, con un netto svantaggio dell’1,88%.

In rosso Salini Impregilo, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,72%.

Spicca la prestazione negativa di CIR, che scende dell’1,71%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee positive. Rinvio Brexit non muove mercati