Borse europee positive in chiusura

(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente, grazie anche all’indice IFO in miglioramento a novembre e alle speranze di un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia. Si muove in modesto rialzo la borsa di Wall Street con l’S&P-500, che evidenzia un incremento dello 0,61%.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,101. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,31%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) riporta una variazione pari a +0,12%.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a +150 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,15%.

Tra gli indici di Eurolandia Francoforte avanza dello 0,63%, Londra dello 0,95% mentre Parigi evidenzia un incremento dello 0,54%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB chiude la giornata con un aumento dello 0,84%, a 23.455 punti; sulla stessa linea, performance positiva per il FTSE Italia All-Share, in aumento dello 0,78% rispetto alla chiusura precedente. Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,65%), come il FTSE Italia Star (1,2%).

Buona la performance a Milano dei comparti tecnologia (+1,79%), beni per la casa (+1,52%) e automotive (+1,43%).

Il settore immobiliare, con il suo -0,49%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in evidenza Prysmian, che mostra un forte incremento del 4,92%.

Svetta Unicredit che segna un importante progresso del 2,89%.

Vola Moncler, con una marcata risalita del 2,41%.

Brilla Fineco, con un forte incremento (+2,31%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Atlantia -1,30%.

Discesa modesta per Buzzi Unicem, che cede un piccolo -0,88%.

Pensosa Leonardo, con un calo frazionale dello 0,69%.

Tentenna Recordati, con un modesto ribasso dello 0,64%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Maire Tecnimont (+4,07%), Tinexta (+3,56%), Falck Renewables (+3,35%) e Interpump (+3,32%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su ASTM -2,57%.

Spicca la prestazione negativa di Ivs Group, che scende dell’1,73%.

OVS scende dell’1,65%.

Calo deciso per Sias, che segna un -1,57%.

(Foto: © Moreno Soppelsa | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee positive in chiusura