Borse europee poco mosse a metà seduta

(Teleborsa) – Piazza Affari non si sposta dai valori della vigilia, in linea con i principali mercati di Eurolandia.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,17. L’Oro scambia a 1.206,3 dollari l’oncia. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,44%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 235 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,79%.

Tra i listini europei composta Francoforte +0,24%, performance modesta per Londra che mostra un moderato rialzo dello 0,34%, resistente Parigi che segna un piccolo aumento dello 0,31%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 20.834 punti.

In luce i comparti alimentare (+1,36%), beni per la casa (+0,72%) e media (+0,48%). In fondo alla classifica sanitario (-0,79%) e vendite al dettaglio (-0,77%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+3,12%) dopo la promozione di Bernstein, Banca Generali (+1,66%), Moncler (+1,61%) e Campari (+1,45%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Recordati -1,90%. Fiacca Ferrari, che mostra un piccolo decremento dello 0,70%. Discesa modesta per CNH Industrial, che cede lo 0,54%. Pensosa Leonardo, con un calo frazionale dello 0,53%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Brunello Cucinelli (+2,07%), Credito Valtellinese (+1,88%), Zignago Vetro (+1,82%) e Enav (+1,72%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca MPS -2,12%. Vendite su MARR, che registra un ribasso dell’1,33%. Buoni spunti su FILA, che mostra un ampio vantaggio dell’1,05%. Seduta negativa per Fincantieri, che mostra una perdita dell’1,21%.

Sull’intero listino incolore Banca Carige, dopo l’invito di Bankitalia agli aderenti al patto Mincione a inviare istanza di autorizzazione alla partecipazione congiunta posseduta nel capitale dell’istituto.

Borse europee poco mosse a metà seduta