Borse europee partono con la giusta intonazione

(Teleborsa) – Acquisti diffusi sui listini azionari europei. Anche a Piazza Affari si respira l’ottimismo del Vecchio Continente. 

Gli eurolistini seguono la scia positiva lasciata da Tokyo. Il primo dibattito televisivo tra Trump-Clinton (candidati alla corsa alla Casa Bianca) sembrerebbe aver rassicurato gli investitori. I sondaggi danno come favorita la ex First Lady che sembra essersi difesa bene dagli attacchi sferrati da Trump. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,04%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,23%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,35%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 130 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,19%.

Tra gli indici di Eurolandia giornata moderatamente positiva per Francoforte che sale dello 0,44%. Seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,40%. Piccoli passi in avanti per Parigi che mostra un incremento marginale dello 0,40%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,40%.Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 17.906 punti. 

Si distinguono a Piazza Affari i settori Utility (+0,73%), Beni personali e casalinghi (+0,67%) e Media (+0,60%).

Ancora in focus MPS (+1,67%).  Ieri si è concluso il primo CdA con a capo il neo-amministratore delegato Marco Morelli da cui è emerso che l’approvazione del piano industriale sarà il 24 ottobre prossimo.

Tra i bancari occhi puntati su Banco Popolare  e Banca Popolare di Milano che vedono avvicinarsi la fusione.

Occhi puntati sui petroliferi che attendono novità dal vertice OPEC.

Borse europee partono con la giusta intonazione
Borse europee partono con la giusta intonazione