Borse europee partono con la giusta intonazione

(Teleborsa) – Acquisti diffusi sui listini azionari europei. Anche a Piazza Affari si respira l’ottimismo del Vecchio Continente. 

Gli eurolistini seguono la scia positiva lasciata da Tokyo. Il primo dibattito televisivo tra Trump-Clinton (candidati alla corsa alla Casa Bianca) sembrerebbe aver rassicurato gli investitori. I sondaggi danno come favorita la ex First Lady che sembra essersi difesa bene dagli attacchi sferrati da Trump. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,04%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,23%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,35%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 130 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,19%.

Tra gli indici di Eurolandia giornata moderatamente positiva per Francoforte che sale dello 0,44%. Seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,40%. Piccoli passi in avanti per Parigi che mostra un incremento marginale dello 0,40%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,40%.Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 17.906 punti. 

Si distinguono a Piazza Affari i settori Utility (+0,73%), Beni personali e casalinghi (+0,67%) e Media (+0,60%).

Ancora in focus MPS (+1,67%).  Ieri si è concluso il primo CdA con a capo il neo-amministratore delegato Marco Morelli da cui è emerso che l’approvazione del piano industriale sarà il 24 ottobre prossimo.

Tra i bancari occhi puntati su Banco Popolare  e Banca Popolare di Milano che vedono avvicinarsi la fusione.

Occhi puntati sui petroliferi che attendono novità dal vertice OPEC.

Borse europee partono con la giusta intonazione