Borse europee negative. Piazza Affari stabile

(Teleborsa) – Seduta incerta per le borse europee e per Piazza Affari, che sosta a cavallo della parità, in attesa degli sviluppi dlela crisi di Governo. Si è aperta la seconda e ultima giornata di Consultazioni al Quirinale ed il vento sembrerebbe tirare verso un accorso Pd-M5S.

Sul fronte internazionale il focus resta sulle trattative USA-Cina per il commercio, con un po’ di scetticismo. Dal fronte macro,l’indice GFK sulla fiducia dei consumatori tedeschi resta ai minimi da 6 anni e mezzo e il sentiment di imprese e consumatori in Italia è tornato a scendere. Sul fronte monetario, la massa M3 della Zona euro ha segnato una accelerazione.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,109. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.541,4 dollari l’oncia. Seduta positiva per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno dell’1,40%.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +182 punti base, con un calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,11%.

Tra le principali Borse europee fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,53%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,32%, e discesa modesta per Parigi, che cede un piccolo -0,52%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 20.968 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 22.828 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,53%), come il FTSE Italia Star (-0,6%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti materie prime (+0,98%), immobiliare (+0,76%) e bancario (+0,68%).

Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti sanitario (-1,64%), costruzioni (-1,48%) e assicurativo (-1,48%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Leonardo (+3,64%), Unicredit (+1,43%), Tenaris (+0,99%) e Hera (+0,77%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Buzzi Unicem, che prosegue le contrattazioni a -2,79%.

Lettera su Amplifon, che registra un importante calo del 2,29%.

Spicca la prestazione negativa di Recordati, che scende dell’1,81%.

Juventus scende dell’1,77%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Salini Impregilo (+2,22%), Ascopiave (+1,55%), Piaggio (+1,14%) e Banca Ifis (+1,13%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Technogym, che segna un -3,65%.

Affonda De’ Longhi, con un ribasso del 2,51%.

Calo deciso per Mutuionline, che segna un -1,64%.

Sotto pressione CIR, con un forte ribasso dell’1,57%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee negative. Piazza Affari stabile