Borse europee negative. Piazza Affari limita le perdite

(Teleborsa) – Pioggia di vendite sui principali mercati del Vecchio Continente. Anche Piazza Affari è oggetto di vendite, anche se con perdite minori. Gli investitori sono in attesa di sviluppi dal fronte commerciale, con un occhio rivolto anche alla riunione di politica monetaria della Federal Reserve, che inizia oggi per terminare domani con l’annuncio sui tassi in USA. Giovedì, invece, sarà la volta della Banca centrale europea. Nello stesso giorno si svolgeranno le elezioni politiche anticipate nel Regno Unito.

Sul mercato del lavoro, l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,108. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,34%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il greggio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,53%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +158 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,28%.

Tra i listini europei soffre Francoforte, che evidenzia una perdita dell’1,45%. Preda dei venditori Londra, con un decremento dell’1,04%. Si concentrano le vendite su Parigi, che soffre un calo dello 0,89%. Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,37%.

Forte nervosismo e perdite generalizzate a Milano su tutti i settori, senza esclusione alcuna.

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori tecnologia (-1,26%), alimentare (-1,05%) e costruzioni (-1,05%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Atlantia (+2,02%), Mediobanca (+1,16%), Recordati (+0,90%) e A2A (+0,80%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Buzzi Unicem, che prosegue le contrattazioni a -2,11%.

Seduta negativa per Unipol, che mostra una perdita dell’1,85%.

Sotto pressione Ferragamo, che accusa un calo dell’1,23%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, OVS (+2,47%), IREN (+1,24%), Carel Industries (+1,20%) e Banca Popolare di Sondrio (+0,86%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Sesa, che continua la seduta con -2,56%.

Pesante Guala Closures, che segna una discesa di ben -2,43 punti percentuali.

Seduta drammatica per Brembo, che crolla del 2,40%.

Scivola Danieli, con un netto svantaggio dell’1,71%.

(Foto: © Luca Ponti | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee negative. Piazza Affari limita le perdite