Borse europee negative assieme a Milano

(Teleborsa) – Seduta negativa per Piazza Affari, in accordo con gli altri Listini continentali, con gli investitori preoccupati per le trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Dal fronte macroeconomico va segnalato l’aggravarsi della crisi del settore manifatturiero dell’Eurozona, che frena la crescita. In Italia, invece, cala la disoccupazione ma il PIL ristagna, rivela l’Istat nella nota mensile sull’andamento del’economia italiana.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,60%. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.459,8 dollari l’oncia. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 55,08 dollari per barile, in calo dell’1,04%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +204 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,53%.

Tra gli indici di Eurolandia in apnea Francoforte, che arretra dell’1,77%, tonfo di Londra, che mostra una caduta del 2,21%, e lettera su Parigi, che registra un importante calo del 2,17%.

Segno meno per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dell’1,43%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share perde l’1,34%, continuando la seduta a 22.654 punti. Negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,76%), come il FTSE Italia Star (-1,1%).

Risultato negativo a Milano per tutti i settori.

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-3,70%), beni per la casa (-3,28%) e sanitario (-2,42%).

Best performer tra i titoli italiani più capitalizzati, BPER avanza dell’1,12%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Moncler, che prosegue le contrattazioni con un -4,74%.

Preda dei venditori CNH Industrial, con un decremento del 4,06%.

Affonda STMicroelectronics, con un ribasso del 4,02%.

Crolla Pirelli, con una flessione del 3,77%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Banca Ifis (+5,00%), doValue (+4,28%), Mondadori (+2,45%) e Salini Impregilo (+2,12%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Datalogic, che ottiene -4,22%.

Vendite a piene mani su Brembo, che soffre un decremento del 2,75%.

Pessima performance per Anima Holding, che registra un ribasso del 2,30%.

Sessione nera per Mutuionline, che lascia sul tappeto una perdita del 2,18%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee negative assieme a Milano