Borse europee negative assieme a Milano

(Teleborsa) – Seduta negativa per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, sull’acuirsi delle tensioni sui dazi tra Stati Uniti e Cina.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,118. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,35%. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 61,56 dollari per barile.

In salita lo spread, che arriva a quota +274 punti base, con un incremento di 9 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,68%.

Tra le principali Borse europee seduta negativa per Francoforte, che mostra una perdita dello 0,90%, discesa per Londra, che cede lo 0,63%, sotto pressione Parigi, che accusa un calo dell’1,41%.

Giornata “no” per la Borsa italiana, in flessione dell’1,13% sul FTSE MIB: il principale indice della Borsa di Milano prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata lunedì scorso, di quattro ribassi consecutivi; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share perde l’1,11%, continuando la seduta a 22.953 punti. Negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,88%), come il FTSE Italia Star (-0,4%).

Si distingue a Piazza Affari il settore chimico ed esibisce un +1,06% sul precedente.

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-2,35%), bancario (-1,85%) e servizi finanziari (-1,52%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, svetta Leonardo che segna un importante progresso del 6,19% all’indomani della trimestrale.

Vola Juventus, con una marcata risalita del 2,09%.

Sostenuta Amplifon, con un discreto guadagno dell’1,93%.

Guadagno moderato per Terna, che avanza dello 0,74%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banco BPM, che ottiene -6,60% dopo la flessione dell’utile nel 1° trimestre.

Scivola Saipem, con un netto svantaggio del 2,91%.

Crolla Azimut, con una flessione del 2,87%.

In rosso UBI Banca, che evidenzia un deciso ribasso del 2,73%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Piaggio (+2,84%), Credito Valtellinese (+1,61%), SOL (+1,55%) e Carel Industries (+0,94%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca Popolare di Sondrio, che continua la seduta con -2,94%.

Vendite a piene mani su Brembo, che soffre un decremento del 2,46%.

Pessima performance per FILA, che registra un ribasso del 2,25%.

Sessione nera per Banca Ifis, che lascia sul tappeto una perdita del 2,22%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee negative assieme a Milano