Borse europee incerte insieme a Piazza Affari

(Teleborsa) – Si apre all’insegna dell’incertezza la seduta finanziaria delle Borse del Vecchio Continente con Piazza Affari che si allinea al sentiment degli investitori europei. I mercati rimangono cauti, mentre si attende l’incontro previsto domani, 6 aprile, tra il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il presidente cinese Xi Jinping.  

Dal fronte macro, si attende il dato sul PMI composito dell’Eurozona.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,069. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) procede al rialzo e avanza a 51,45 dollari per barile.

Tra gli indici di Eurolandia in calo  Francoforte che arretra dello 0,17%. Resistente alle vendite Londra che segna un piccolo aumento dello 0,32%. Ferma Parigi che rimane al palo.

Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che lima i valori della vigilia. Sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share.

Tra i best performers di Milano, si distinguono Azimut (+2,30%), CNH Industrial (+1,70%).

Frazionali i rialzi di Banca Generali (+0,57%). Tonica BPER (+0,80%).

I più forti ribassi, invece, si abbattono su Fiat Chrysler che avvia la seduta con -1,28%.

Tentenna Yoox che cede lo 0,86%.

Debole Recordati, che registra una flessione dello 0,80%.

Si muove sotto la parità UnipolSai, evidenziando un decremento dello 0,87%.

Borse europee incerte insieme a Piazza Affari