Borse europee in vena di rimonta

(Teleborsa) – Euforiche le borse europee, che riprendono a correre dopo le pesanti perdite accumulate negli ultimi giorni a causa dell’incertezza creata dalla Brexit. Bene anche la piazza newyorkese, con l’indice S&P-500 che segna un incremento dell’1,35%.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,25%. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.324,8 dollari l’oncia. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che porta a casa un guadagno del 2,49%.

Retrocede di poco lo spread, che raggiunge quota 151 punti base, mostrando un piccolo calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,38%.

Tra gli indici di Eurolandia, in primo piano Francoforte, che mostra un forte aumento dell’1,75%, decolla Londra, con un importante progresso del 3,58%, incandescente Parigi, che vanta un incisivo incremento del 2,60%.

Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo del 2,21%; balzo del FTSE Italia All-Share, che archivia la giornata a 17.511 punti. Positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,98%), come il FTSE Italia Star (1,2%).

Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,07 miliardi di euro, in calo di 663,4 milioni di euro, rispetto ai 3,73 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 1,5 miliardi di azioni, rispetto ai 1,83 miliardi precedenti.

Tra i 216 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 125, mentre 79 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 12 azioni.

In luce sul listino milanese i comparti Telecomunicazioni (+5,39%), Materie prime (+5,17%) e Petroliferi (+4,35%). Le peggiori performance sono state quelle dei settori Chimici (-2,40%), Automotive (-1,07%) e Beni personali e casalinghi (-0,53%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Telecom Italia (+5,98%), Tenaris (+5,16%), Snam (+4,76%) e ENI (+4,69%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che ha archiviato la seduta a -5,45%. Lettera su UBI Banca, che registra un importante calo del 5,23%. In apnea Unipol, che arretra del 4,62%. Tonfo di UnipolSai, che mostra una caduta del 4%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Diasorin (+6,21%), Safilo (+5,52%), Datalogic (+5,38%) e EI Towers (+4,80%). Offerto il Credito Valtellinese, che ha chiuso con un -5,74%. Lettera su Moleskine, che registra un importante calo del 2,87%. In apnea Anima Holding, che arretra del 2,82%. Tonfo di Danieli, che mostra una caduta del 2,40%.

Borse europee in vena di rimonta