Borse europee in territorio positivo

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente, con principali listini europei che avviano la seduta facendo registrare variazioni lievemente superiori alla parità. Piazza Affari avvia senza slancio, sostando in perfetta linea con la parità. Giornata debole anche per i mercati asiatici, che hanno terminato la sessione con risultati prevalentemente negativi.

Dal fronte macroeconomico, torna a crescere l’inflazione in Spagna ad agosto, mentre si attende il dato sulla produzione industriale della Zona Euro. Dall’Italia, si aspettano i prezzi alla produzione ed ancora la produzione industriale.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,11%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.194,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 69,85 dollari per barile.

Avanza di poco lo spread, che si porta a 237 punti base, evidenziando un aumento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,80%.

Tra le principali Borse europee senza slancio Francoforte, che negozia con un +0,13%, Londra è stabile, riportando un misero +0,08%, e si muove in modesto rialzo Parigi, evidenziando un incremento dello 0,46%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 20.845 punti; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 23.121 punti. Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,51%), come il FTSE Italia Star (0,7%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti automotive (+1,86%), materie prime (+1,64%) e sanitario (+1,34%). Nel listino, i settori bancario (-1,13%), telecomunicazioni (-0,79%) e utility (-0,67%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Ferragamo, che mostra un forte aumento del 4,37%.

Decolla Fiat Chrysler, con un importante progresso del 2,70%.

Denaro su Tenaris, che registra un rialzo dell’1,78%.

Bilancio decisamente positivo per Saipem, che vanta un progresso del 2,12%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Telecom Italia, che ottiene -1,43%.

Si concentrano le vendite su Intesa Sanpaolo, che soffre un calo dell’1,42%.

Vendite su Unicredit, che registra un ribasso dell’1,33%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Tod’s (+2,33%), Amplifon (+2,28%), Saras (+2,10%) e Interpump (+1,93%). Forti vendite, invece, si manifestano su Banca MPS, che prosegue le contrattazioni a -2,16%.

Sotto pressione Juventus, che accusa un calo del 2,92%.

Scivola Credito Valtellinese, con un netto svantaggio dell’1,47%.

In rosso El.En, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,14%.

Borse europee in territorio positivo