Borse europee in rosso. Maglia nera a Piazza Affari

(Teleborsa) – Partenza in forte ribasso per le principali borse europee che seguono la debolezza dei mercati asiatici e statunitensi.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,11, soglia rotta dopo il breakout di quota 1,10 dollari. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.243,4 dollari l’oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,68%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a 181 punti base, con un timido incremento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,21%.

Tra le principali Borse europee, negativa Francoforte, che perde lo 0,36%. Limature per Londra, (-0,13%) mentre Parigi, accusa un calo dello 0,70%. Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,93%. 

Scivolano sul listino milanese tutti i settori. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Automotive (-1,85%), Telecomunicazioni (-1,36%) e Costruzioni (-1,21%).

Tutte negative le Blue Chip della borsa milanese ad eccezione di Yoox  che sale timidamente dello 0,56%. 

Le più forti vendite si manifestano su Brembo, che prosegue le contrattazioni a -2,82%.
 
Affonda Fiat Chrysler, con un ribasso del 2,42%. Secondo il giornale tedesco Handelsblatt, Bruxelles avvierà una procedura contro l’Italia per aver ignorato i dispositivi illegali di manipolazione delle emissioni nelle auto diesel di Fiat Chrysler.

Scivola Buzzi Unicem, con un netto svantaggio dell’1,98%.

Tra le banche, in rosso Unicredit, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,93%. 

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, fa bene Saras (+3,27%) premiata dal mercato per la trimestrale annunciata la vigilia.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in rosso. Maglia nera a Piazza Affari