Borse europee in rosso. Maglia nera a Piazza Affari

(Teleborsa) – Crollano sotto il peso delle preoccupazioni degli investitori i principali listini del Vecchio Continente. Questi si lasciano alle spalle la seduta di oggi con un rosso acceso dovuto al caos Brexit, peggiorato dopo le indiscrezioni di unatelefonata tra la Merkel e Johnson in cui si definiva come “quasi impossibile” l’uscita con accordo della Gran Bretagna dall’Unione Europea, e dalla pubblicazione di alcuni dati macro peggiori delle aspettative. Ma non solo. I mercati rimangono alla finestra anche nel cercare di capire le evoluzioni che prenderà l’imminente ripresa dei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, freddatisi già prima di cominciare dalla decisione dell’amministrazione Trump di mettere 28 entità cinesi nella sua lista nera, accusandole di essere implicate nelle violazioni dei diritti umani contro le minoranze musulmane nella regione del Xinjiang.
Infine, guardando nuovamente al Regno di sua Maestà, Londra soffre sul titolo Lse anche a causa del ritiro dell’offerta di acquisto da parte della Borsa di Hong Kong e sulla sterlina, che perde valore con l’intensificarsi delle prospettive del NoDeal. Nel frattempo Piazza Affari sale sul podio come la peggiore della giornata.
Negativo anche il mercato USA.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,20%. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.503,5 dollari l’oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 52,2 dollari per barile, con un calo dell’1,04%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +143 punti base, con un timido incremento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,84%.

Tra le principali Borse europee spicca la prestazione negativa di Francoforte, che scende dell’1,03%, Londra scende dello 0,76%, e calo deciso per Parigi, che segna un -1,03%.

Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre l’1,14%, interrompendo la serie di tre rialzi consecutivi, iniziata giovedì scorso; sulla stessa linea, vendite diffuse sul FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 23.338 punti. In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,56%), come il FTSE Italia Star (-0,9%).

In buona evidenza a Milano il comparto telecomunicazioni, con un +0,76% sul precedente.

Nel listino, i settori sanitario (-2,60%), tecnologia (-2,42%) e materie prime (-1,65%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, performance modesta per Banco BPM, che mostra un moderato rialzo dello 0,56%.

Resistente UBI Banca, che segna un piccolo aumento dello 0,51%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Diasorin, che ottiene -5,75%.

Vendite a piene mani su Fineco, che soffre un decremento del 4,65%.

Pessima performance per STMicroelectronics, che registra un ribasso del 2,77%.

Sessione nera per Leonardo, che lascia sul tappeto una perdita del 2,09%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Rai Way (+1,30%), Mutuionline (+1,11%), Saras (+1,11%) e Inwit (+0,92%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca Ifis, che ottiene -3,56%.

In caduta libera Datalogic, che affonda del 3,07%.

Pesante Salini Impregilo, che segna una discesa di ben -3,06 punti percentuali.

Seduta drammatica per Technogym, che crolla del 2,43%.

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in rosso. Maglia nera a Piazza Affari