Borse europee in rosso. Maglia nera a Piazza Affari

(Teleborsa) – Giornata negativa per le borse europee, concentrate sugli sviluppi della Brexit, con la premier Theresa May che a mano a mano vede sgretolarsi il governo. Nel frattempo resta senza direzione negli USA l’S&P-500.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che si ferma a 1,131. L’Oro resta su 1.212,8 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+1,35%), raggiunge 57,01 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 314 punti base, con un lieve rialzo di 6 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 3,49%.

Nello scenario borsistico europeo sostanzialmente debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,52%, incolore Londra, che non registra variazioni significative rispetto alla seduta precedente, si muove sotto la parità Parigi, evidenziando un decremento dello 0,70%.

Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che lascia sul parterre lo 0,90%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share ha perso lo 0,88%, terminando la seduta a 20.791 punti. Negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,99%), come il FTSE Italia Star (-1,8%).

In Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,01 miliardi di euro, dai 1,96 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 2,69 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 3,34 miliardi.

222 sono le azioni scambiate: tra queste, 161 titoli hanno chiuso in rosso, mentre 47 azioni hanno terminato in territorio positivo. Invariate le altre 14 azioni del listino milanese.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori materie prime (+1,18%) e chimico (+0,55%). Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti beni per la casa (-2,33%), costruzioni (-2,23%) e sanitario (-2,02%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, bilancio decisamente positivo per Pirelli, che vanta un progresso dell’1,27%.

Buona performance per Tenaris, che cresce dell’1,22%.

Giornata moderatamente positiva per BPER, che sale di un frazionale +0,83%.

Seduta senza slancio per Brembo, che riflette un moderato aumento dello 0,77%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Prysmian, che ha terminato le contrattazioni con un -5,12%.

In caduta libera Moncler, che affonda del 3,49%.

Pesante Buzzi Unicem, che segna una discesa di ben -3,41 punti percentuali.

Seduta drammatica per Leonardo, che crolla del 3,28%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, IMA (+4,31%), Gima TT (+3,08%), SOL (+1,95%) e Salini Impregilo (+1,79%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su El.En, che ha chiuso con un -10,12%.

Sensibili perdite per Geox, in calo del 7,94%.

In apnea FILA, che arretra del 6,25%.

Tonfo di Amplifon, che mostra una caduta del 5,70%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in rosso. Maglia nera a Piazza Affari