Borse europee in rosso assieme a Milano

(Teleborsa) – Seduta negativa per Piazza Affari, che chiude gli scambi in calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. Anche Wall Street sembra in preda al cattivo umore.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,44%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,59%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,15%.

Balza in alto lo spread, posizionandosi a +141 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,93%.

Tra i mercati del Vecchio Continente in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,33%, spicca la prestazione negativa di Londra, che scende dell’1,30%, e Parigi scende dell’1,11%.

A Milano, forte calo del FTSE MIB (-2,29%), che ha toccato 23.237 punti; sulla stessa linea, profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 25.294 punti, in netto calo del 2,24%. In forte calo il FTSE Italia Mid Cap (-1,9%), come il FTSE Italia Star (-1,9%).

Alla chiusura di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,36 miliardi di euro, con un incremento del 16,90%, rispetto ai precedenti 2,88 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,7 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,89 miliardi, mentre i contratti si sono attestati a 358.411, rispetto ai precedenti 318.015.

Su 213 titoli trattati in Borsa di Milano, 182 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 20. Invariate le rimanenti 11 azioni.

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti.

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti tecnologia (-4,22%), servizi finanziari (-3,40%) e telecomunicazioni (-2,70%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Atlantia, con una marcata risalita del 2,02%.

Leonardo avanza dell’1,91%.

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Banco BPM, che ha archiviato la seduta a -5,03%.

Sessione nera per STMicroelectronics, che lascia sul tappeto una perdita del 4,42%.

In caduta libera Exor, che affonda del 4,09%.

Pesante Poste Italiane, che segna una discesa di ben -4,08 punti percentuali.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Ascopiave (+8,87%) e Tod’s (+2,47%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Anima Holding, che ha terminato le contrattazioni a -6,26%.

Seduta drammatica per OVS, che crolla del 5,07%.

Sensibili perdite per Technogym, in calo del 4,10%.

In apnea Guala Closures, che arretra del 3,84%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in rosso assieme a Milano