Borse europee in recupero ma sempre negative

(Teleborsa) – Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei, anche se in ripresa rispetto ai forti cali registrati a inizio seduta. Le borse europee scambiano sui minimi da inizio anno, il giorno dopo la peggiore perdita di Wall Street da ottobre ad oggi, a causa della pandemia e della vicenda GameStop.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,21. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,26%. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 52,81 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +119 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,61%.

Tra i listini europei piccola perdita per Francoforte, che scambia con un -0,56%, seduta negativa per Londra, che mostra una perdita dell’1,01%, e piatta Parigi, che tiene la parità.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 21.585 punti, con uno scarto percentuale dello 0,36%; sulla stessa linea, in lieve calo il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata sotto la parità a 23.537 punti.

Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,61%; con analoga direzione, in rosso il FTSE Italia Star (-0,89%).

Risultato positivo a Piazza Affari per il settore tecnologia, con un +4,71% sul precedente.

Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti sanitario (-2,90%), chimico (-2,60%) e petrolio (-1,54%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente STMicroelectronics, che vanta un incisivo incremento del 5,81%.

Buona performance per Tenaris, che cresce dell’1,76%.

Sostenuta Prysmian, con un discreto guadagno dell’1,70%.

Buoni spunti su Nexi, che mostra un ampio vantaggio dell’1,25%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Amplifon, che ottiene -4,19%.

Tonfo di DiaSorin, che mostra una caduta del 3,61%.

Lettera su Leonardo, che registra un importante calo del 2,15%.

Sotto pressione ENI, che accusa un calo dell’1,98%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Falck Renewables (+3,67%), Cattolica Assicurazioni (+2,32%), ASTM (+2,07%) e Garofalo Health Care (+1,60%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su GVS, che prosegue le contrattazioni a -4,59%.

Affonda Tod’s, con un ribasso del 3,20%.

Scivola Piaggio, con un netto svantaggio del 2,97%.

Crolla De’ Longhi, con una flessione del 2,50%.

(Foto: © Kittipong Jirasukhanont / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in recupero ma sempre negative