Borse europee in prevalenza negative su realizzi

(Teleborsa) – Mercati finanziari europei prevalentemente in calo in chiusura di seduta, dopo i guadagni della vigilia. Sullo sfondo resta sempre la tensione per gli attentati di Parigi: nelle prime ore della mattinata la polizia francese ha condotto un blitz nel comune di Saint Denis, che ha portato all’arresto di sette presunti attentatori coinvolti negli attacchi di venerdì.

Frazionalmente positiva Wall Street, in attesa della pubblicazione delle Minutes del FOMC, questa sera.

L’Euro / Dollaro USA si ferma su 1,063. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.068,6 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,39%.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a 101 punti base, con un calo di 2 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,52%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, sostanzialmente invariata Francoforte, che riporta un misero -0,15%, resta vicino alla parità Londra (+0,18%), mentre Parigi chiude con un -0,52%.

Segno meno per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,83%; sulla stessa linea, si muove in retromarcia il FTSE Italia All-Share, che scivola a 23.844 punti. Consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,06%), come il FTSE Italia Star (0,0%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Chimici (+4,78%), Assicurativi (+0,51%) e Materie prime (+0,50%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Utility (-2,00%), Telecomunicazioni (-1,47%) e Beni personali e casalinghi (-1,23%).

A monopolizzare l’attenzione Enel Green Power (-3,44%) ed Enel (-2,99%) dopo la presentazione del piano industriale che prevede anche l’integrazione tra le due società.

Tra le migliori azioni italiane Cnh Industrial vanta un incisivo incremento del 3,80%.

Bilancio decisamente positivo per Moncler, che registra un progresso dell’1,21%.

Sessione nera per Exor, che lascia sul tappeto il 2,40%.

Male Prysmian, che scende dell’1,98%.

Borse europee in prevalenza negative su realizzi