Borse europee in ostaggio della cautela. Piazza Affari al palo

(Teleborsa) – Chiusura in lieve rialzo per le principali borse europee, mentre Piazza Affari rimane ancorata ai livelli della vigilia. Le borse si sono riprese durante la giornata, dopo un avvio in calo appesantito dalla notizia dell’attacco missilistico su una base siriana da parte degli Stati Uniti. A pesare sul sentiment in Europa, anche l’attacco terroristico avvenuto a Stoccolma

Sul fronte economico, in focus il consiglio informale dell’Ecofin, preceduto dalla riunione dell’Eurogruppo. I 19 ministri si confrontano a Malta per cercare un’intesa sullo sblocco di una nuova tranche di aiuti per la Grecia. 

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,062. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.266 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+0,83%), raggiunge 52,13 dollari per barile.

Tra le principali Borse europee rimane ai nastri di partenza Francoforte che lima dello 0,05%. In rialzo frazionale Londra, +0,63%. Resistente Parigi che sale di uno 0,27%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 20.300,06 punti. 

Tra i best performers di Milano, si distinguono STMicroelectronics (+2,52%), CNH Industrial (+2,22%), A2A (+1,62%) e Mediobanca (+1,22%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Saipem che ha terminato le contrattazioni a -1,96%.

Spicca la prestazione negativa di Mediaset, che scende dell’1,82%.

UBI Banca scende dell’1,31%, mentre è in corso l’assemblea dei soci.

Calo deciso per Campari, che segna un -1,21%.

Tra i titoli a media capitalizzazione di Milano, le prese di profitto colpiscono Fincantieri (-3,06%) dopo un avvio tonico grazie all’accordo preliminare raggiunto per acquistare una quota in Stx France, dopo mesi di trattative.

Sul listino completo, exploit di Italiaonline (+17,43%) premiata dal mercato per la cedola straordinaria in pagamento a maggio

Borse europee in ostaggio della cautela. Piazza Affari al palo