Borse europee in ordine sparso. Milano sopra la parità

(Teleborsa) – Seduta senza direzione per le principali borse europee, dove Piazza Affari si mantiene sopra la parità, mentre gli investitori continuano a guardare all’andamento dei rendimenti dei titoli di Stato, dopo la corsa registrata nelle ultime settimane.
In Europa desta preoccupazione la notizia che la cancelliera tedesca Angela Merkel, intenderebbe prolungare il lockdown anche al mese di aprile.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,19. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.729,1 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,34%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +97 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,65%.

Tra gli indici di Eurolandia senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, tentenna Londra, che cede lo 0,38%. Sostanzialmente debole Parigi, che registra una flessione dello 0,58%. Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 24.234 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 26.378 punti.


In buona evidenza a Milano i comparti utility (+2,43%), media (+1,95%) e tecnologia (+1,37%).

Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti telecomunicazioni (-4,77%), bancario (-2,02%) e servizi finanziari (-2,02%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Ferrari (+4,20%), Prysmian (+1,17%), Banco BPM (+1,07%) e STMicroelectronics (+1,04%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su BPER, che ottiene -2,56%.

Seduta negativa per Atlantia, che mostra una perdita dell’1,56%.

Sotto pressione DiaSorin, che accusa un calo dell’1,26%.

Scivola Nexi, con un netto svantaggio dell’1,06%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Webuild (+5,94%), De’ Longhi (+3,09%), Garofalo Health Care (+2,39%) e Maire Tecnimont (+2,31%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Technogym, che ottiene -4,58%.

Affonda FILA, con un ribasso del 2,50%.

In rosso Biesse, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,74%.

Spicca la prestazione negativa di El.En, che scende dell’1,54%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in ordine sparso. Milano sopra la parità