Borse europee in ordine sparso. Debole Milano

(Teleborsa) – Finale con segni contrastanti per le principali borse europee, alla vigilia di decisioni chiave della BCE sui nuovi sostegni all’economia. Continua a navigare sull’onda dell’incertezza Wall Street, con l’S&P-500, che riporta un -0,17%.

Sul mercato valutario, prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,21%. L’Oro è in calo (-1,27%) e si attesta su 1.846,4 dollari l’oncia. Lieve calo del petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 45,42 dollari per barile.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a +115 punti base, con un lieve calo di 1 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,54%.

Tra i listini europei bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,47%, sostanzialmente tonico Londra, che registra una plusvalenza dello 0,26%. Piccola perdita per Parigi, che scambia con un -0,25%. Il listino milanese chiude poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,38%; sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share, che perde lo 0,22%, scambiando a 23.929 punti.

Beni per la casa (+2,86%), automotive (+2,62%) e immobiliare (+1,48%) in buona luce sul listino milanese.

Nel listino, i settori tecnologia (-10,32%), alimentare (-1,17%) e costruzioni (-1,00%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in evidenza Moncler, che mostra un forte incremento del 3,81%.

Svetta Ferrari che segna un importante progresso del 2,81%.

Vola Fiat Chrysler, con una marcata risalita del 2,76%.

Brilla BPER, con un forte incremento (+2,48%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -11,89% dopo il rinvio al 2023 del raggiungimento di un target di ricavi di 12 miliardi di euro.

Seduta drammatica per Inwit, che crolla del 2,42%.

Soffre Snam, che evidenzia una perdita dell’1,78%.

Preda dei venditori DiaSorin, con un decremento dell’1,58%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Maire Tecnimont (+6,59%), Tod’s (+5,32%), doValue (+4,07%) e Saras (+3,14%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Carel Industries, che continua la seduta con -3,61%.

Sensibili perdite per El.En, in calo del 2,98%.

Si concentrano le vendite su Avio, che soffre un calo dell’1,93%.

Vendite su Banca Popolare di Sondrio, che registra un ribasso dell’1,66%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in ordine sparso. Debole Milano