Borse europee in ordine sparso

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della cautela la seduta finanziaria delle borse europee, nonostante le rassicurazioni giunte dalla Federal Reserve che manterrà una politica molto accomodante finché non avrà rassicurazioni sulla ripresa dal mercato del lavoro.

Sul mercato valutario, poco mosso l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,188. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,36%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde lo 0,75% e continua a trattare a 59,32 dollari per barile.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a +100 punti base, con un lieve calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,67%.

Nello scenario borsistico europeo poco mosso Francoforte, che mostra un +0,04%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un moderato +0,12%. Guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,38%. Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 24.776 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 27.007 punti.


Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+3,03%), Nexi (+1,83%), Moncler (+1,21%) e Amplifon (+1,17%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banco BPM, che prosegue le contrattazioni a -1,66%.

Sotto pressione Leonardo, che accusa un calo dell’1,28%.

Scivola Unicredit, con un netto svantaggio dell’1,16%.

In rosso Telecom Italia, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,07%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, De’ Longhi (+2,82%), Tinexta (+2,38%), Falck Renewables (+1,82%) e MARR (+1,58%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Astaldi, che ottiene -1,57%.

Spicca la prestazione negativa di Webuild, che scende dell’1,44%.

IGD scende dell’1,24%.

Calo deciso per FILA, che segna un -1,01%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in ordine sparso