Borse europee in frazionale ribasso

(Teleborsa) – Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei, con gli investitori curiosi di conoscere quali saranno le future mosse di politica monetaria della Fed.

Situazione cauta a Piazza Affari: il Governo ha trovato un accordo sulla legge di bilancio da mandare a Bruxelles con il nuovo deficit ridotto al 2,04%.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,27%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.239,7 dollari l’oncia. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,82%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +269 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,94%.

Nello scenario borsistico europeo giù Francoforte, con un calo frazionale dello 0,53%, indietreggia Londra, con un modesto ribasso dello 0,47%, giornata fiacca per Parigi, che segna un calo dello 0,64%.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,39%; sulla stessa linea, in lieve calo il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata sotto la parità a 20.647 punti. In ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-0,98%), come il FTSE Italia Star (-0,8%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti media (+0,94%) e utility (+0,62%). Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti beni per la casa (-1,82%), vendite al dettaglio (-1,35%) e tecnologia (-1,27%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Mediaset, che mostra un forte aumento del 2,28%.

Bilancio positivo per Enel, che vanta un progresso dello 0,96%.

Sostanzialmente tonica Italgas, che registra una plusvalenza dello 0,86%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Saipem, che continua la seduta con un -3,65%.

Sensibili perdite per Moncler, in calo del 2,50%.

In apnea Brembo, che arretra del 2,06%.

Vendite su Pirelli, che registra un ribasso dell’1,85%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, OVS (+4,87%), FILA (+1,91%), Danieli (+1,86%) e ERG (+1,67%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Fincantieri, che continua la seduta con un -4,22%.

Tonfo di Banca Ifis, che mostra una caduta del 4,07%.

Lettera su Technogym, che registra un importante calo del 3,48%.

Affonda Maire Tecnimont, con un ribasso del 3,46% nonostante la notizia del progetto fertilizzanti in Russia.

Borse europee in frazionale ribasso