Borse europee in frazionale rialzo dopo la Fed

(Teleborsa) – Proseguono in territorio positivo le principali borse europee, dopo che dai verbali della Fed sono emerse divergenti tempistiche tra i membri del Board per un rialzo dei tassi d’interesse.

Dal fronte macro l’inflazione europea ha mostrato di aver reagito a luglio mentre in Gran Bretagna lo shopping ha fatto dimenticare agli inglesi i timori di Brexit. Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso che saranno diffuse nel pomeriggio c’è il Leading indicator degli Stati Uniti (il precedente era 0,3%), che secondo le stime sarà di 0,2%.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,29%. L’Oro avanza dello 0,23%. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si porta a 46,94 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 117 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,10%.

Tra gli indici di Eurolandia, giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,46%, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia, nulla di fatto per Parigi, che passa di mano sulla parità.

Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 16.568 punti; in lieve aumento il FTSE Italia All-Share, che si porta a 18.202 punti. Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,27%), come il FTSE Italia Star (0,2%).

Buona la performance a Milano dei comparti Media (+2,83%), Beni personali e casalinghi (+1,10%) e Materie prime (+1,09%). Tornano a scendere le Banche (-0,83%).

Tra i best performers di Milano, si distingue Mediaset (+4,04%): secondo Il Sole 24 Ore Vivendi starebbe studiando una nuova proposta su Mediaset Premium da presentare nelle prossime settimane. Bene Cnh Industrial (+2,58%), Azimut (+1,89%) e Prysmian (+1,88%).
Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca Popolare di Milano, che perde il 2,25%. Soffre Banco Popolare, che evidenzia una perdita dell’1,28%. Discesa modesta per Mediobanca, che cede un piccolo -0,95%. Pensosa Intesa Sanpaolo, con un calo frazionale dello 0,90%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in frazionale rialzo dopo la Fed