Borse europee in frazionale rialzo

(Teleborsa) – Bilancio positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sulla stessa onda rialzista degli altri listini di Eurolandia. I mercati europei sembrano voler deliberatamente ignorare il finale in rosso di Wall Street e delle borse asiatiche, sui timori che le trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina possano concludersi con un nulla di fatto.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,26%. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,01%. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 52,54 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +143 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,86%.

Tra gli indici di Eurolandia in luce Francoforte, con un ampio progresso dello 0,81%, incolore Londra, che non registra variazioni significative rispetto alla seduta precedente, bilancio positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,58%.

Lieve aumento per la borsa milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,39% a 21.488 punti; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 23.411 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,13%), come il FTSE Italia Star (-0,1%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori materie prime (+0,75%), telecomunicazioni (+0,73%) e costruzioni (+0,70%).

In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto media, che riporta una flessione di -0,46%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, andamento positivo per Atlantia, che avanza di un discreto +1,95%.

Ben comprata Telecom Italia, che segna un forte rialzo dell’1,32%.

Buzzi Unicem avanza dell’1,16%.

Sostanzialmente tonico Prysmian, che registra una plusvalenza dello 0,89%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su CNH Industrial, che ottiene -1,03%.

Piccola perdita per Saipem, che scambia con un -0,69%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Salini Impregilo (+1,87%) dopo un contratto in USA, RCS (+1,50%), IREN (+1,25%) e Credem (+1,13%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Aeroporto di Bologna, che prosegue le contrattazioni a -1,36%.

Sotto pressione Saras, che accusa un calo dell’1,16%.

Scivola ERG, con un netto svantaggio dell’1,15%.

Tentenna Gima TT, che cede lo 0,99%.

(Foto: © Alessandro Landi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in frazionale rialzo