Borse europee in denaro eccetto Londra

(Teleborsa) – In Europa si scatenano gli acquisti, eccezion fatta per la piazza di Londra che termina gli scambi poco sotto la parità. 

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,111. Vendite diffuse sull’oro, che continua la giornata a 1.330,7 dollari l’oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,99%.

Lieve calo dello spread, che scende a 132 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,22%.

Tra le principali Borse europee, buoni spunti su Francoforte, che mostra un ampio vantaggio dell’1,39%, tentenna Londra, con un ribasso dello 0,24%, buona performance per Parigi, che cresce dell’1,16%.

Sessione euforica per Piazza Affari, con il FTSE MIB che mostra in chiusura un balzo dell’1,63%; sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che arriva a 18.402 punti. Positivo il FTSE Italia Mid Cap (+1,34%), come il FTSE Italia Star (1,1%).

Il controvalore odierno degli scambi in Borsa di Milano resta attorno ai livelli della vigilia: dai dati di chiusura, risulta infatti che il controvalore totale è stato pari a 2,52 miliardi di euro, con una variazione del 2,54%, rispetto ai precedenti 2,46 miliardi; i contratti si sono attestati a 284.496, rispetto ai precedenti 311.840.

Su 221 titoli trattati in Piazza Affari, 53 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 149. Invariate le rimanenti 19 azioni.

Si distinguono a Piazza Affari i settori Banche (+3,64%), immobiliare (+3,20%) e Assicurativi (+2,61%). Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Media (-1,22%) e Sanitario (-0,62%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Unicredit (+6,63%), Banco Popolare (+5,49%), UBI Banca (+5,36%) e Unipol (+4,41%). I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Mediaset, che ha archiviato la seduta con un -1,19%. Soffre Terna, che evidenzia una perdita dell’1,10%. 

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Cementir (+7,03%), Cerved Information Solutions (+4,48%), Banca Popolare di Sondrio (+4,34%) e Astaldi (+3,73%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su RCS, che ha terminato le contrattazioni con un -4,75%, con il duello tra Cairo e Bonomi ormai agli sgoccioli.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in denaro eccetto Londra