Borse europee in cauto rialzo. Piazza Affari si allinea

(Teleborsa) – Viaggiano in leggero rialzo la Borsa di Milano e il resto di Eurolandia, sostenuti dai livelli record degli indici azionari americani grazie alle rassicurazioni del presidente della Fed, Jerome Powell sulle prospettive dell’inflazione.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,41%. Perde terreno l’oro, che scambia a 1.789,5 dollari l’oncia, ritracciando dello 0,84%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,47%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +99 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,72%.

Tra i listini europei incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,44%. Sostanzialmente tonico Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,43%. Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,39% a 23.187 punti; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 25.225 punti.


Si distinguono a Piazza Affari i settori petrolio (+1,29%), media (+1,29%) e bancario (+1,19%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-1,38%), viaggi e intrattenimento (-0,65%) e utility (-0,47%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, brilla Tenaris, con un forte incremento (+13,06%) che ha alzato il velo sui conti 2020 e sull’outlook 2021.

Tra le banche, in luce Intesa Sanpaolo, con un ampio progresso dell’1,69%. Andamento positivo per Unicredit, che avanza di un discreto +1,33%.

Ben comprata Stellantis, che segna un forte rialzo dell’1,30%, all’indomani dei risultati.

Giù Saipem, che prosegue le contrattazioni a -8,56%.

Preda dei venditori Telecom Italia, con un decremento dell’1,93%.

Si concentrano le vendite su Inwit, che soffre un calo dell’1,05%.

Discesa modesta per Atlantia, che cede un piccolo -0,88%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Sanlorenzo (+3,38%), Tinexta (+2,88%), Mediaset (+2,76%) e De’ Longhi (+2,49%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su SOL, che continua la seduta con -1,31%.

Vendite su IREN, che registra un ribasso dell’1,14%.

Pensosa ENAV, con un calo frazionale dello 0,78%.

Tentenna Datalogic, con un modesto ribasso dello 0,77%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in cauto rialzo. Piazza Affari si allinea