Borse europee in cauto rialzo, inclusa Piazza Affari

(Teleborsa) – Le principali borse europee avviano la settimana all’insegna della cautela, con gli investitori preoccupati per l’andamento della pandemia: i contagi continuano a crescere e in vari Paesi sono state varate nuove misure restrittive. Gli occhi degli operatori restano puntati anche sulla Brexit in attesa che si trovi una quadra su un accordo commerciale.

A dare sostegno ai listini azionari del Vecchio Continente sono i dati sul PIL cinese, sotto le attese, ma in rafforzamento.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,12%. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,60%. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,51%, in attesa della riunione dell’OPEC Plus sulla domanda, in calendario per oggi. .

Sale lo spread, attestandosi a +131 punti base, con un incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,68%.

Tra le principali Borse europee piccolo passo in avanti per Francoforte, che mostra un progresso dello 0,30%, senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Bilancio decisamente positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,82%. Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,39%; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 21.266 punti.

In luce sul listino milanese i comparti telecomunicazioni (+1,11%), assicurativo (+1,02%) e alimentare (+0,94%).

In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto vendite al dettaglio, che riporta una flessione di -0,57%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Atlantia (+2,70%), Hera (+2,41%), Telecom Italia (+1,81%) e Exor (+1,67%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su BPER, che ottiene -1,75%.

In rosso Banco BPM, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,72%.

Spicca la prestazione negativa di CNH Industrial, che scende dell’1,28%.

Buzzi Unicem scende dell’1,11%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, ASTM (+4,22%), B.F (+2,86%), La Doria (+2,24%) e Saras (+1,78%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca MPS, che ottiene -2,15%.

Calo deciso per Falck Renewables, che segna un -1,84%.

Sotto pressione Juventus, con un forte ribasso dell’1,73%.

Soffre MARR, che evidenzia una perdita dell’1,09%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee in cauto rialzo, inclusa Piazza Affari