Borse europee in caduta dietro il greggio. Milano limita il danno

(Teleborsa) – Giornata no per Milano e le altre borse europee, che chiudono gli scambi in rosso, risentendo anche della debolezza di Wall Street, mentre l’indice S&P-500 si muove ancora in calo dello 0,32%.

A penalizzare i mercati ha contribuito la correzione del greggio, a causa di realizzi, dopo la performance positiva della mattinata sull’onda delle previsioni dell’Agenzia Internazionale. 

Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,31%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,63%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) in calo (-0,82%) si attesta su 45,85 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 135 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,51%.

Tra i listini europei, calo deciso per Francoforte, che segna un -1,13%, sotto pressione Londra, con un forte ribasso dello 0,95%, e contrazione moderata per Parigi, che soffre un calo dello 0,54%.

Sessione debole per il listino milanese, che termina con un decremento dello 0,26% sul FTSE MIB, mentre, al contrario, chiude la giornata senza infamia e senza lode il FTSE Italia All-Share, che rimane a 19.345 punti. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (-0,05%), come il FTSE Italia Star (-0,2%).

In Borsa di Milano risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,54 miliardi di euro, dai 2,6 miliardi della seduta precedente; mentre i volumi scambiati quest’oggi sono passati da 1,13 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,96 miliardi.

Su 222 titoli trattati in Piazza Affari, 107 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 107. Invariate le rimanenti 8 azioni.

In luce sul listino milanese i comparti Viaggi e intrattenimento (+2,91%), Chimici (+1,37%) e Materie prime (+0,97%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Assicurativi (-2,59%), Tecnologici (-1,22%) e Telecomunicazioni (-0,98%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Anima Holding (+3,89%) e Saipem (+3,80%).

Giornata in chiaroscuro per le banche. Unicredit (+2,68%) e Banco Popolare (+1,64%) sono fra i migliori di oggi, mentre Banca MPS soffre un decremento del 2,21%

Le più forti vendite si sono abbattute su Generali Assicurazioni, che ha terminato le contrattazioni a -3,97%, dopo i risultati trimestrali. 

Crolla Snam, con una flessione del 3,03%, a causa della trimestrale. 

Fra i titoli a media capitalizzazione di Milano si segnalano dopo l’aggiornamento sui risultati del trimestre Fincantieri (+10,35%), Astaldi (+9,30%) e Maire Tecnimont (+4,99%).

Borse europee in caduta dietro il greggio. Milano limita il danno
Borse europee in caduta dietro il greggio. Milano limita il danno