Borse europee giù. Bene invece Piazza Affari spinta dalle banche

(Teleborsa) – In un panorama europeo negativo, si registra una performance rialzista di Piazza Affari, che conquista la maglia rosa in Eurolandia. Si distinguono, sulla Borsa milanese, le banche, con BPER in cima al listino. A livello europeo, è in ribasso la maggior parte delle compagnie aeree sulla delusione per la green list dei Paesi in cui si può viaggiare pubblicata dal governo britannico.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,217. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,27%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dello 0,76%, a 65,39 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +113 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,93%.

Tra i listini europei si muove sotto la parità Francoforte, evidenziando un decremento dello 0,23%, nulla di fatto per Londra, che passa di mano sulla parità, e contrazione moderata per Parigi, che soffre un calo dello 0,23%.

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,48% a 24.730 punti, proseguendo la serie di quattro rialzi consecutivi, iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 27.072 punti.

In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,45%); pressoché invariato il FTSE Italia Star (-0,19%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, acquisti a piene mani su BPER, che vanta un incremento del 3,25%.

Effervescente Banco BPM, con un progresso del 2,93%.

Incandescente Tenaris, che vanta un incisivo incremento del 2,70%.

In primo piano Unicredit, che mostra un forte aumento del 2,24%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Amplifon, che continua la seduta con -1,26%.

Sottotono Ferrari che mostra una limatura dello 0,73%.

Deludente Campari, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Fiacca Interpump, che mostra un piccolo decremento dello 0,54%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, ASTM (+8,47%), Fincantieri (+4,39%), Banca Popolare di Sondrio (+3,52%) e Banca Ifis (+3,26%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Bff Bank, che prosegue le contrattazioni a -3,59%.

Sensibili perdite per Juventus, in calo del 3,39%.

Alerion Clean Power scende dell’1,54%.

Calo deciso per De’ Longhi, che segna un -1,28%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee giù. Bene invece Piazza Affari spinta dalle banche