Borse europee giù. Bene invece Piazza Affari grazie alle banche

(Teleborsa) – In un panorama europeo negativo, si distingue Piazza Affari, unica borsa in territorio positivo dopo un esordio al ribasso.

A sostenere la piazza milanese le banche, sulla scia del decreto salva-banche approvato ieri dal Consiglio dei Ministri.

Scarso impatto ha avuto invece in Europa la lettura preliminare del PMI manifatturiero e dei servizi di novembre della Zona Euro, che fa ben sperare per la ripresa economica di Eurolandia.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati, si attende dagli Stati Uniti la diffusione del dato di PMI manifatturiero, prevista questo pomeriggio alle 15:45 (53,9 punti nelle stime degli esperti).

L’Euro / Dollaro USA resta a 1,063. Giornata negativa per l’oro, a 1.069,7 dollari l’oncia, in calo dello 0,73%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno dello 0,27%.

Lieve calo dello spread, che scende a 100 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,52%.

Tra i listini europei, Francoforte registra un calo frazionale dello 0,44%, Londra un ribasso dello 0,63%, e Parigi una flessione dello 0,89%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,37%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, decolla Cnh Industrial, con un importante progresso del 2,71%.

In evidenza le banche, con Banca Mps che mostra un incremento del 2,28% seguita da Mediobanca, con un +2,01%. Su di giri anche Unicredit e le popolari.

Svetta Prysmian che segna un importante progresso del 2,17%.

Offerto il lusso sui timori di nuovi attentati. Moncler perde l’1,21%, Salvatore Ferragamo lo 0,85%.

Tra le utilities male Terna, -2,47% che paga lo stacco della cedola.

Sul listino completo brilla Carraro +8,31%, dopo aver ceduto a Bonfiglioli la maggioranza della tedesca O&K Antriebstechnik. 

Sull’Aim debutto negativo per Gambero Rosso -11,88%.

Borse europee giù. Bene invece Piazza Affari grazie alle banche