Borse europee e Piazza Affari restano senza una direzione

(Teleborsa) – Piazza Affari e le altre borse europee restano a cavallo della parità, dopo un timido tentativo di recupero, durato molto poco. Il clima resta molto cauto, in relazione alle preoccupazioni per l’andamento dell’economia mondiale e dei mercati cinesi.

Stamattina c’è stato un nuovo crollo delle borse cinesi, dopo i dati in chiaroscuro sull’inflazione e le previsioni fosche di Pechino. Ad impensierire gli operatori anche il crollo del petrolio ed alcuni dati negativi sulla produzione spagnola e sull’indice Sentix della fiducia degli operatori borsistici.  

Resta debole l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione a 1,0896. Retrocede di poco lo spread, che resta a quota 101 punti base, mostrando un piccolo calo di 1 punto, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,53%.

Tra i listini europei, recupera Francoforte, che sale dello 0,27%, resta dimessa Londra che cede lo 0,13%, di poco positiva Parigi, che recupera lo 0,02%. Incerta la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che lima lo 0,16%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari si colloca Telecom Italia, che sale dell’1,76%,  dopo che l’Ad Patuano è tornato a parlare del dossier Metroweb.

Forte il lusso, con Salvatore Ferragamo che avanza dell’1,70%.

Accelerano le auto, con Fiat Chrysler Automobiles che gareggia con il settore europeo e vanta un progresso dell’1,36%, Resta indietro Ferrari con un calo del 2,2%. 

In primo piano Saipem, che mostra un aumento dell’1,4%, sotto i massimi iniziali, sulle speculazioni per un’accelerazione del progetto North Stream 2. 

Andamento negativo per i finanziari come Banca MPS, che cede il 3,6% ed Anima Holding che perde il 2,9%. 

Giù anche Generali Assicurazioni, che scivola del 2,3%, sulle voci di uscita del numero uno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee e Piazza Affari restano senza una direzione