Borse europee deboli. Piazza Affari si allinea

(Teleborsa) – Partenza debole per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che non si allineano al rimbalzo di Wall Street.

A frenare gli acquisti ancora una volta i timori per una guerra commerciale dopo che la Cina ha imposto contro-dazi su prodotti statunitensi, ma anche la cautela in vista della pubblicazioni dei numeri sull’inflazione in Eurozona che potrebbero influenzare le prossime mosse di politica monetaria della Banca Centrale Europea.

Sempre dal fronte macroeconomico, attenzione agli occupati ADP USA che potrebbero fornire qualche indicazione sullo stato di salute del mercato del lavoro a stelle e strisce in vista del Job report governativo di venerdì.

Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,227. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,26%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,79%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 130 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,79%.

Nello scenario borsistico europeo Francoforte evidenzia un decremento dello 0,37%, Londra dello 0,15% mentre Parigi passa di mano sulla parità.

Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,30%, arrestando la serie di quattro rialzi consecutivi, avviata il 27/03/2018 del mese scorso; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 24.685 punti. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,18%); sotto la parità il FTSE Italia Star, che mostra un calo dello 0,21%.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Recordati (+1,93%), Mediaset (+1,48%), Tenaris (+0,64%) e Saipem (+0,61%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Moncler, che cede lo 1,79%.

Si concentrano le vendite su Fiat Chrysler che soffre un calo dell’1,56% in un comparto auto generalmente venduto anche in Europa. 

Giù anche CNH Industrial e Exor.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Datalogic (+2,07%), Mutuionline (+1,54%), doBank (+1,29%) e ERG (+1,22%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Juventus, che crolla (-5,89%) dopo il 3-0 incassato a Torino contro il Barcellona.

Borse europee deboli. Piazza Affari si allinea