Borse europee deboli. A Piazza Affari spiccano le banche

(Teleborsa) – Si muove con cautela la seduta finanziaria odierna delle borse europee, così come a Piazza Affari. I listini si muovono vicino alla parità in una giornata in cui gli occhi sono puntati a quello che dirà Jerome Powell al termine del meeting di due giorni del Federal Open Market Committee (FOMC), il principale organismo della Federal Reserve statunitense.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,191. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.729,2 dollari l’oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 64,93 dollari per barile, con un calo dello 0,99%.

Lo Spread peggiora, toccando i +97 punti base, con un aumento di 2 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,67%.

Nello scenario borsistico europeo senza slancio Francoforte, che negozia con un +0,02%, contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,49%, e Parigi è stabile, riportando un moderato -0,07%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 24.245 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 26.389 punti.

In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,38%); sulla stessa linea, poco sotto la parità il FTSE Italia Star (-0,44%).

Bancario (+1,22%), chimico (+0,74%) e servizi finanziari (+0,54%) in buona luce sul listino milanese.

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti viaggi e intrattenimento (-1,73%), tecnologia (-1,63%) e vendite al dettaglio (-1,48%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Banco BPM (+2,97%), BPER (+2,01%), Banca Mediolanum (+2,00%) e Intesa Sanpaolo (+1,46%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Amplifon, che prosegue le contrattazioni a -2,03%.

Sotto pressione Inwit, che accusa un calo dell’1,63%.

Scivola STMicroelectronics, con un netto svantaggio dell’1,46%.

In rosso DiaSorin, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,44%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Mutuionline (+9,01%), La Doria (+3,76%), Sanlorenzo (+1,36%) e GVS (+1,35%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Falck Renewables, che continua la seduta con -3,33%.

Spicca la prestazione negativa di Piaggio, che scende del 2,67%.

Lettera su Autogrill, che registra un importante calo del 2,66%.

Affonda ERG, con un ribasso del 2,48%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee deboli. A Piazza Affari spiccano le banche