Borse europee deboli. A Piazza Affari corre Stellantis

(Teleborsa) – Bilancio all’insegna della debolezza per le principali borse europee, orfane oggi del fato di Wall Street chiusa per il Martin Luther King Day. La borsa di Milano riesce a schivare le vendite ed a scambiare sulla linea di parità, con l’attenzione degli investitori che resta focalizzata sul voto decisivo in Senato sulla tenuta del Governo Conte. Più in generale il focus degli operatori è rivolto all’evoluzione della pandemia e alla disponibilità dei vaccini.

Sul mercato valutario, poco mosso Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,207. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.831,9 dollari l’oncia. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 52,35 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +117 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,59%.

Nello scenario borsistico europeo poco mosso Francoforte, che mostra un +0,03%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un moderato -0,07%, e resta vicino alla parità Parigi (-0,18%). Poco mosso il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 22.396 punti; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share (Piazza Affari), che si posiziona a 24.383 punti, in prossimità dei livelli precedenti.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori automotive (+3,31%), tecnologia (+1,28%) e servizi finanziari (+0,94%).

Tra i più negativi della lista di Piazza Affari, troviamo i comparti utility (-2,78%), vendite al dettaglio (-0,99%) e petrolio (-0,72%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Stellantis (+7%) nel giorno del debutto del nuovo gruppo automobilistico nato dalla aggregazione tra Fiat Chrysler e Peugeot.

In evidenza Exor, che mostra un forte incremento del 2,37%.

Andamento positivo per Inwit, che avanza di un discreto +1,51%.

Ben comprata STMicroelectronics, che segna un forte rialzo dell’1,49%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Telecom Italia, che ottiene -1,66%.

Sotto pressione Atlantia, che accusa un calo dell’1,50%.

Scivola Terna, con un netto svantaggio dell’1,02%.

Si muove sotto la parità Banco BPM, evidenziando un decremento dello 0,72%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mutuionline (+4,21%), Biesse (+3,25%), doValue (+2,19%) e Datalogic (+2,15%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Juventus, che ottiene -2,26%.

In rosso Cattolica Assicurazioni, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,90%.

Spicca la prestazione negativa di B.F, che scende dell’1,60%.

Technogym scende dell’1,03%.

(Foto: © Federico Rostagno | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee deboli. A Piazza Affari corre Stellantis