Borse europee contrastate. Positiva Piazza Affari

(Teleborsa) – In un panorama europeo negativo, si registra una performance rialzista di Piazza Affari, che conquista la maglia rosa in Eurolandia. Gli investitori guardano al rally della materie prime – con ferro e rame che hanno ritoccato i loro record – e alle dichiarazioni dei funzionari della FED sull’attuale politica monetaria ultra accomodante.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,03%. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,49%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,89%.

Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell’1,09% a quota +111 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,90%.

Tra i listini europei sostanzialmente invariato Francoforte, che riporta un moderato -0,14%, resta vicino alla parità Londra (+0,03%), e pensosa Parigi, con un calo frazionale dello 0,23%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,37%, proseguendo la serie di quattro rialzi consecutivi, iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 27.048 punti.

Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,5%); poco sotto la parità il FTSE Italia Star (-0,38%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Unicredit (+3,24%), Banco BPM (+3,05%), BPER (+3,02%) e Prysmian (+1,93%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Amplifon, che prosegue le contrattazioni a -1,59%.

Si concentrano le vendite su Campari, che soffre un calo dell’1,31%.

Vendite su Recordati, che registra un ribasso dell’1,27%.

Seduta negativa per STMicroelectronics, che mostra una perdita dell’1,16%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, ASTM (+8,55%), Banca Ifis (+4,64%), Fincantieri (+4,39%) e Banca Popolare di Sondrio (+3,25%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Juventus, che continua la seduta con -3,46%.

Seduta drammatica per Alerion Clean Power, che crolla del 2,31%.

Sotto pressione Bff Bank, che accusa un calo dell’1,73%.

Scivola MARR, con un netto svantaggio dell’1,65%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee contrastate. Positiva Piazza Affari