Borse europee contrastate. Milano sulla parità ma con MPS ancora a picco

(Teleborsa) – Borse europee a due velocità, dopo una partenza cauta e il finale al ribasso di Tokyo. I mercati stanno viaggiando senza le indicazioni della chiusura di ieri di Wall Street, rimasta chiusa per l’Independence Day. 

A livello macro in Europa i consumi hanno ripreso a correre mentre l’attività delle industrie resta rallentata. 

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,115. Calmo l’Oro sui 1.349,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell’1,97%, scendendo fino a 47,8 dollari per barile, sull’incremento della produzione in Nigeria.

Sale lo spread, attestandosi a 143 punti base, con un incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,27%.

Tra gli indici di Eurolandia, male Francoforte, che segna una flessione dell’1,39%, sotto pressione Parigi, con un forte ribasso dell’1,27%. Moderatamente positiva invece Londra, che sale di un frazionale +0,56%,

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 15.993 punti. 

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unicredit (+5,87%) dopo la promozione di Goldman Sachs a buy da neutral. Su anche Banca Popolare di Milano (+4,94%), UBI Banca (+4,08%) e Banco Popolare (+3,27%). I più forti ribassi, invece, si verificano ancora su Banca MPS, che continua la seduta con un -8,33%, dopo le forti vendite della vigilia. Lettera su Azimut, che registra un importante calo del 4,34%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee contrastate. Milano sulla parità ma con MPS ancora a pi...