Borse europee chiudono negative. Piazza Affari tiene meglio

(Teleborsa) – Giornata no per le principali borse europee ad eccezione di Piazza Affari, che chiude la riunione con un guadagno, seppur piccolissimo.

A rendere cauti gli investitori hanno contribuito la partenza incerta di Wall Street ed il clima di incertezza sulle misure che saranno annunciate dalla Casa Bianca. Nel pomeriggio, anche la notizia dell’incidente a Londra ha turbato gli investitori.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,081. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,39%. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 47,66 dollari per barile, in calo dell’1,20%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 185 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,26%.

Nello scenario borsistico europeo tentenna Francoforte, con un modesto ribasso dello 0,48%, vendite su Londra, che registra un calo più marcato dello 0,73%, e poco mosso Parigi, che mostra un -0,15%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile a 19.953 punti, mentre, al contrario, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,22%, portandosi a 21.990 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,49%), come il FTSE Italia Star (0,4%).

Dai dati di chiusura di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 3,01 miliardi di euro, in ribasso (-9,52%), rispetto ai precedenti 3,33 miliardi.

Su 217 titoli trattati in Borsa, 105 hanno terminato la seduta con una flessione, mentre i rialzi sono stati 107. Invariate le rimanenti 5 azioni.

In luce sul listino milanese i comparti Tecnologico (+1,20%), Sanitario (+0,88%) e Telecomunicazioni (+0,62%). Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti Assicurativo (-1,06%), Viaggi e intrattenimento (-0,84%) e Chimico (-0,83%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Leonardo (+1,63%), STMicroelectronics (+1,46%), Ferragamo (+1,29%) e Unicredit (+1,26%).

Le più forti vendite si sono registrate su Generali Assicurazioni, che ha terminato le contrattazioni a -1,51%.

Seduta negativa per Mediaset, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,33%, in attesa dell’audizione domani del CEO di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine, all’Agcom.

Sotto pressione Italgas, che accusa un calo dell’1,20%.

Scivola Banco BPM, con un netto svantaggio dell’1,17%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee chiudono negative. Piazza Affari tiene meglio