Borse europee caute. Timido aumento a Piazza Affari

(Teleborsa) – Valori in leggero rialzo per la Borsa di Milano, mentre il resto di Eurolandia viaggia sulla parità. Segnali timidamente positivi sono giunti dal fronte macroeconomico: dopo che l’indice composito PMI i Markit ha fotografato la prima contrazione in oltre sei anni del settore privato tedesco, l’indice IFOpubblicato stamane sulla fiducia delle imprese tedesche ha mostrato una risalita in linea con le stime degli economisti.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,02%. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,01%. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 58,16 dollari per barile, in calo dello 0,82%.

Stabile lo spread, attestandosi a +140 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,83%.

Nello scenario borsistico europeo ferma Francoforte, che segna un quasi nulla di fatto. Trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia. Poco mossa Parigi, che passa di mano sulla parità. Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,29%.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti sanitario (+1,28%), alimentare (+1,24%) e utility (+1,12%).

Tra i peggiori della lista di Piazza Affari, in maggior calo i comparti automotive (-0,59%) e viaggi e intrattenimento (-0,59%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, effervescenti le utility come: Hera, con un progresso del 2,61%. Bene Terna, che vanta un incisivo incremento del 2,26%. In primo piano Snam, che mostra un forte aumento del 2,19%. Decolla A2A, con un importante progresso del 2,17%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Juventus, che prosegue le contrattazioni a -1,91% seguendo la scia negativa della vigilia sull’annuncio di un bilancio in rosso.

Preda dei venditori Fiat Chrysler, con un decremento dell’1,28%.

Si concentrano le vendite su Leonardo, che soffre un calo dell’1,01%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Acea (+5,29%), Sias (+3,33%), ASTM (+2,71%) e Falck Renewables (+2,58%).

Giù, invece, Tinexta, che prosegue le contrattazioni a -1,78%. Vendite su Brembo, che registra un ribasso dell’1,28%.

(Foto: © Moreno Soppelsa | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee caute. Timido aumento a Piazza Affari