Borse europee aprono la settimana con il segno più

(Teleborsa) – Avvio di settimana positivo per i mercati finanziari del Vecchio Continente. Gli acquisti diffusi interessano anche il FTSE MIB, che si muove sull’onda degli acquisti.

Gli investitori guardano con attenzione alle tensioni commerciali tra USA e Cina, dove il clima sembra distendersi dopo l’annuncio della riapertura dei negoziati. Secondo alcuni rumor, infatti, le delegazioni dei due Paesi si dovrebbero incontrare questa settimana.

Intanto arriva una buona notizia per la Grecia da oggi 20 agosto è ufficialmente fuori dal piano di bailout. Dopo otto anni di austerità,Atene esce dal terzo ed ultimo piano di aiuti internazionaliche ne ha evitato la bancarotta e l’uscita dall’euro. Ma sono ancora molti i problemi che attanagliano il Paese.

In Turchia, la chiusura dei listini azionari questa settimana potrebbe permettere lo stabilizzarsi della crisi finanziaria, dopo che sono scattati i declassamenti diMoody’s sul rating portato a Ba3 da Ba2 ed ha peggiorato l’outlook a “negativo”.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,142. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.187,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,15%.

Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell’1,37% a quota 279 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,10%.

Nello scenario borsistico europeo tonica Francoforte che evidenzia un bel vantaggio dello 0,94%, resistente Londra che segna un piccolo aumento dello 0,47%, e Parigi avanza dello 0,66%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,29%. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,30%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri Fiat Chrysler (+2,04%). In luce Mediobanca, con un ampio progresso dell’1,50%. Andamento positivo per Banca Mediolanum, che avanza di un discreto +1,18%. Ben comprata Exor, che segna un forte rialzo dell’1,11%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Atlantia, che prosegue le contrattazioni a -8,40%, mentre si cominciano a delineare le cause del crollo di Ponte Morandi a Genova.  Piccola perdita per Unipol, che scambia con un -0,72%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Salini Impregilo (+4,27%). Il grupposi è aggiudicato con Lane un nuovo contratto in California. In salita Maire Tecnimont (+2,50%), Banca Ifis (+2,13%) e Inwit (+1,27%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Sias, che ottiene -2,08%. In apnea ASTM, che arretra del 2,01%. Tentenna RCS, che cede lo 0,98%. Sostanzialmente debole Acea, che registra una flessione dello 0,61%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee aprono la settimana con il segno più