Borse europee alla deriva assieme a Milano

(Teleborsa) – Seduta nera per Piazza Affari, che chiude gli scambi in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti. Poco mosso l’indice S&P-500, che segna a Wall Street un -0,17%.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,064. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.075 dollari l’oncia. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che porta a casa un guadagno del 2,59%.

Lieve calo dello spread, che scende a 99 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,49%.

Tra i listini europei, sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,43%, discesa modesta per Londra, che cede un piccolo -0,45%, e soffre Parigi, che evidenzia una perdita dell’1,41%.

A picco Piazza Affari in chiusura di seduta, con il FTSE MIB che accusa un ribasso dell’1,59%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share è crollato dell’1,57%, scendendo fino a 23.653 punti. Depresso il FTSE Italia Mid Cap (-1,55%), come il FTSE Italia Star (-1,2%).

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,54 miliardi di euro, in rialzo rispetto agli 2,34 miliardi della vigilia, mentre i volumi si sono attestati a 0,71 miliardi di azioni, rispetto ai 0,69 miliardi precedenti.

Tra i 221 titoli trattati, 166 hanno chiuso in ribasso, mentre 45 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso. Stabili i restanti 10 titoli.

Apprezzabile rialzo (+0,61%) a Milano per il comparto Petroliferi. Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti Chimici (-4,54%), Beni personali e casalinghi (-3,18%) e Tecnologici (-2,67%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, sostanzialmente tonico ENI, che registra una plusvalenza dello 0,73%.

Guadagno moderato per UnipolSai, che avanza dello 0,59%. Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Salvatore Ferragamo, che ha chiuso a -4,48%.

In caduta libera Tod’s, che affonda del 4,09%.

Pesante Cnh Industrial, che segna una discesa di ben del 3,95 punti percentuali.

Seduta drammatica per Anima Holding, che crolla del 3,53%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Astaldi (+1,80%), Banca Ifis (+0,88%), Cattolica Assicurazioni (+0,69%) e Inwit (+0,56%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su SOL, che ha chiuso a -5,03%.

Sensibili perdite per Piaggio, in calo del 3,45%.

In apnea Recordati, che arretra del 3,41%.

Tonfo di Autogrill, che mostra una caduta del 3,05%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse europee alla deriva assieme a Milano