Borse europee a tutta velocità dopo Draghi. Su le banche

(Teleborsa) – Giornata eccezionale per le borse europee dopo le misure record annunciate ieri dalla BCE per sostenere l’economia, che in un primo momento non avevano convinto più di tanti i mercati.
A beneficiare della decisione di Draghi è stato soprattutto il comparto bancario, che in Europa si porta in testa al rally con un vantaggio del 4,34%. 

A livello macro si segnala la forte ripresa della produzione industriale italiana ed i bassi livelli dei prezzi al consumo sia in Germania sia in Spagna. 

Qualche presa di beneficio colpisce stamane l’euro che comunque si mantiene al top di tre settimane nei confronti del dollaro, dopo che ieri la BCE ha annunciato una serie di misure per riaccendere l’inflazione, stimolare la crescita e difendere la valuta di Eurolandia. Lieve calo del cross a quota 1,109.

Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 2,67%.

Ottimo il livello dello spread, che scende fino a 107 punti base, con un calo di 11 punti base rispetto al valore precedente.

Tra i listini europei, su di giri Francoforte, con un progresso del 2,85%, incandescente Londra, che vanta un incremento dell’1,55%, in primo piano Parigi, che mostra un forte aumento del 2,89%.

Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo del 4,22%.

Tra i best performers di Milano, si distinguono Unicredit (+8,43%), UBI Banca (+8,23%), Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+7,67%) e Banca Mps (+7,26%).

Depressa invece YOOX NET-A-PORTER, che scivola dell’1,14%.

Volano Unipol +6,53% e UnipolSai +5,12%, dopo la conferma dei risultati 2015.

Su di giri Telecom +4,25%: la fusione tra Telecom ed Orange è solo un’invenzione mediatica, ha dichiarato il presidente della compagnia telefonica italiana, Giuseppe Recchi, aggiungendo che non c’è nessuna operazione neanche con Mediaset.

Sul listino completo brilla Astaldi +5,24%, che è risultata 1° classificata nell’ambito della gara per l’aggiudicazione dei lavori di realizzazione del Lotto «Mules 2-3» della Galleria del Brennero, del valore di circa 1 miliardo di euro (di cui il 42,5% in quota Astaldi).

Richiesta Mondo TV +5,67%: Matteo Corradi, Amministratore Delegato del Gruppo ha segnalato un ulteriore segnale di risveglio del mercato europeo”.

Giù Massimo Zanetti -2,59%, dopo i conti e la bocciatura di JP Morgan.

Borse europee a tutta velocità dopo Draghi. Su le banche