Borse europee a due velocità

(Teleborsa) – Proseguono la seduta con segni misti, le principali borse europee, confermando l’incertezza dell’avvio. A pesare sul sentiment degli investitori, le rinnovate tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, con i dazi USA in dirittura di arrivo sui prodotti cinesi, per un valore di 16 miliardi di dollari. A Piazza Affari invece su guarda soprattutto alle trimestrali delle società quotate. 

Sul mercato Forex, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,06%, in assenza di dati macro rilevanti. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.211,5 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) quota a 69,2 dollari per barile.

Lo Spread migliora, toccando i 241 punti base, con un calo di 6 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,81%.

Nello scenario borsistico europeo andamento cauto per Francoforte, -0,07% mentre Londra, avanza dello 0,79%. Dimessa Parigi, +0,01%. Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,39%. 

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori automotive (+1,25%), chimico (+1,17%) e media (+1,00%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ben comprata Ferrari, che segna un forte rialzo dell’1,58%.

Mediaset avanza dell’1,55%.

Si muove in territorio positivo Azimut, mostrando un incremento dell’1,46%.

Denaro su A2A, che registra un rialzo dell’1,45%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su BPER, che ottiene -5,39% il giorno dopo la semestrale.

Tentenna Leonardo, che cede lo 0,98%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Salini Impregilo (+6,00%), ASTM (+3,69%), Sias (+3,38%) e IMA (+3,35%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Biesse, che continua la seduta con -1,34%.

Borse europee a due velocità