Borse deboli. A Piazza Affari caduta verticale per Fiat Chrysler

(Teleborsa) – Partenza in calo per le principali borse europee con gli investitori che si muovono prudenti sui timori legati agli sviluppi del Russiagate. Il mercato teme che possa indebolire la capacità del presidente USA di portare avanti il pacchetto di misure economiche promesso durante la sua campagna elettorale.

Sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,29%. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.255,2 dollari l’oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,29%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 178 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,16%.

Nello scenario borsistico europeo nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità. Tentenna Londra, con un modesto ribasso dello 0,35%. Incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Sostanzialmente stabile Piazza Affari, sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 21.264 punti.

In buona evidenza a Milano il comparto Alimentare, con un +0,78% sul precedente. Nel listino, i settori Automotive (-2,05%), Telecomunicazioni (-1,30%) e Tecnologico (-1,03%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ben impostata Banco BPM, che mostra un incremento dell’1,19%.

Nel lusso, tonica Luxottica che evidenzia un bel vantaggio dell’1,11%. 

Tra le utilities, in luce Italgas, con un ampio progresso dell’1,05%. Performance modesta per Terna, che mostra un moderato rialzo dello 0,93%. Tiene Enel +0,13% che si è rafforzata nell’eolico in Spagna. 

Le peggiori performance, invece, si registrano su Fiat Chrysler, -4,61% colpita dalle vendite. Pesa l’azione legale dell’UE contro l’Italia per aver ignorato i dispositivi illegali di manipolazione delle emissioni nelle auto diesel di FCA. 

Preda dei venditori Leonardo, -1,74% su prese di profitto.

Si concentrano le vendite su STMicroelectronics, che soffre un calo dell’1,50%.

Borse deboli. A Piazza Affari caduta verticale per Fiat Chrysler