Borse caute. Piazza Affari corre sola con oil e banche

(Teleborsa) – Piazza Affari prosegue le contrattazioni in buon rialzo, facendo meglio del resto d’Europa, in cui regna una maggiore cautela. A sostenere il Listino di Milano concorre l’ottimo andamento di bancari e petroliferi, questi ultimi in risposta all’avanzata del greggio sulla ascia delle decisioni Opec Plus.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,129. Sulla parità lo spread, che rimane a quota +169 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,39%.

Tra i listini europei ferma Francoforte, che segna un quasi nulla di fatto, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia, e nulla di fatto per Parigi, che passa di mano sulla parità. Il listino milanese si conferma il migliore, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,65%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Azimut (+5,56%), Saipem (+5,32%), Mediobanca (+5,23%) e BPER (+5,16%).

Fera i peggiori su Diasorin, che prosegue le contrattazioni a -4,76%, scontando la decisione del TAR

Crolla Amplifon, con una flessione del 3,54%.

Vendite a piene mani su Moncler, che soffre un decremento del 2,72%.

Pessima performance per Nexi, che registra un ribasso del 2,02%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, OVS (+16,33%), Cattolica Assicurazioni (+8,25%), Banca Ifis (+8,07%) e De’ Longhi (+7,75%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Brunello Cucinelli, che continua la seduta con -3,11%.

Sessione nera per Falck Renewables, che lascia sul tappeto una perdita del 2,71%.

In caduta libera Carel Industries, che affonda del 2,18%.

Spicca la prestazione negativa di ERG, che scende dell’1,85%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Borse caute. Piazza Affari corre sola con oil e banche